*

di Vito Santoliquido

 

Attraverso la giungla di sguardi
ignari mi faccio strada
luccio ardente. Un continente di mani
le mie come i tropici infinite
puntano verso te, smania
la guancia di approdare sul tuo
letto per dormirti
accanto, riposare nella tua pace notturna.
Ma tu non ti accorgi se spettro
ti fiato sugli occhi, mi
schiacci la testa – dosi il sangue come
si fa col veleno di serpe.

 

 

Vito Santoliquido
1.9.13
Licenza Creative Commons

Annunci